L’impatto delle scommesse sportive sulla Premier league

limpatto-delle-scommesse-sportive-sulla-premier-league

Un’interessante analisi sull’impatto delle scommesse sportive all’interno del sistema EPL (fonte: InvestireOggi)

Per quanto le cifre in gioco sul rapporto betting-Premier league (circa 100 milioni di euro di investimenti) possano apparire rilevanti, non ne va nemmeno esagerata la portata.

In rapporto agli incassi complessivi dei 20 club della Premier League, gli sponsor delle scommesse sportive incidono per poco più dell’1%, rimanendo una quota marginale. E anche solo considerando i ricavi degli sponsor sulle maglie dei giocatori, valgono appena un sesto del totale, nonostante riguardino il 45% delle squadre di calcio della Premier. In altre parole, è come dire che mediamente una società di scommesse sportive pagherebbe una squadra inglese a poco più di un terzo delle concorrenti per aggiudicarsi lo sponsor sulle maglie.

Eppure, la loro presenza nelle immagini televisive trasmesse prima, durante e dopo le partite è altissima. Secondo una ricerca dell’Università di Londra, che ha analizzato tre match, si va da un minimo del 68% a un massimo dell’89% del tempo, cioè i telespettatori vedrebbero per almeno i due terzi e fino a quasi l’intero match il logo di una qualche società di scommesse. E anche guardando una partita sulla rete pubblica BBC non si sfuggirebbe a tali immagini, persino dopo che l’incontro è finito, perché le interviste vengono realizzate spesso ad allenatori e calciatori davanti a tabelloni pubblicitari, così come gli “highlights” riprendono quasi sempre in primo piano le maglie dei giocatori con tanto di sponsor. (fonte: InvestireOggi)