Logico interviene sul tema della liquidità condivisa

logico-interviene-sul-tema-della-liquidita-condivisa

A seguito delle recenti osservazioni circa l’opportunità di “riflessioni” in merito alla liquidità condivisa, l’Associazione LOGiCO ritiene sia fuori da ogni dubbio che i regolatori di Italia, Francia, Spagna e Portogallo abbiano previsto tutti i controlli necessari in conformità alla IV Direttiva Antiriciclaggio, e che quindi non esista alcun problema a “far giocare gli italiani con i francesi”. Sull’opportunità di farlo, il mercato francese è sì asfittico, ma perché – a differenza di quello italiano – non ha ancora operato scelte corrette in termini di tassazione, ed è probabile che questo avvenga in futuro; inoltre tale asfissia è dovuta – si legge in una nota dell’associazione –, in questo analogamente all’Italia, proprio a causa all’autoimposta segregazione della liquidità. Spagna e Portogallo sono mercati in crescita. Ci sono quindi tutte le premesse perché il progetto porti finalmente il poker fuori dalla recessione. L’Italia ha siglato l’intesa con gli altri regolatori europei e siamo certi – conclude Logico – che ADM continuerà senza indugio i lavori per portare a termine quanto prima il progetto. L’Associazione Logico rappresenta concessionari che sviluppano oltre il 75% dei tornei di poker online in Italia. (fonte: Agimeg)