Ma quale crisi istituzionale. Eletti dopo la votazione con le schede bianche, Fico (M5S) alla Camera e Casellati (FI) al Senato

ma-quale-crisi-istituzionale-eletti-dopo-la-votazione-con-le-schede-bianche-fico-m5s-alla-camera-e-casellati-fi-al-senato

Regge l’accordo M5s-centrodestra. Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico sono stati eletti presidenti del Senato e della Camera, rispettivamente al terzo e al quarto tentativo. La XVIII legislatura, dopo giorni (e notti) di strappi e liti tra i vincitori delle elezioni, rispetta la tabella di marcia.

Roberto Fico (M5S) risulta eletto presidente della Camera con voti 422. Lo ha comunicato all’Assemblea di Montecitorio il presidente provvisorio Roberto Giachetti, rendendo noto il risultato dello spoglio.

Il risultato della votazione: Fico 422 voti, Giachetti 102, Fraccaro 7, Brunetta 3. I voti dispersi sono stati cinque, 60 le schede bianche, 21 le nulle. Il quorum richiesto era di 311 voti.

Alla fine questa “grave” crisi istituzionale, che si era paventata su molti giornali è subito rientrata, dimostrando ancora una volta che, di fronte alla possibilità di governare, anche i “pentastellati” si sono piegati. Nel frattempo, Paolo Gentiloni si è dimesso da presidente del Consiglio, rimanendo in carica solo per gli affari ordinari.