Malagò (CONI) commenta il divieto di pubblicità e sponsorship nel mondo dello sport

malago-coni-commenta-il-divieto-di-pubblicita-e-sponsorship-nel-mondo-dello-sport

Sono un funzionario pubblico, se iniziassi a dire quale legge sia giusta o sbagliata, farei politica. Questo errore non lo faccio e non l’ho mai fatto in questi anni. E’ però un dato di fatto che se tu competi a livello di qualsiasi tipo di disciplina sportiva, con qualsiasi tipo di squadra, in qualsiasi tipo di campionato e fai un raffronto, automaticamente noti come la questione penalizzi l’intero sistema. E questa disparità non rimane in un “circuito chiuso”. Basta andare in tv e vedere il main sponsor di una maglia di un’altra squadra con cui si confrontano le italiane. Ma questa è una decisione politica e non voglio commentarla”. E’ quanto dichiarato ad Agimeg da Giovanni Malagò (nella foto in primo piano), presidente del Coni (a margine del convegno “Sport di base e Riforma dello Sport” tenutosi oggi alla Camera dei Deputati a Roma), riguardo il divieto di pubblicità e sponsorizzazione da parte di aziende del settore del gioco pubblico, divieto che ha penalizzato le società sportive, anche amatoriali.