Manovrina: confermata la mazzata all’industria del gioco, vissuto come bancomat statale

manovrina-confermata-la-mazzata-allindustria-del-gioco-vissuto-come-bancomat-statale

Confermato nel testo della cosiddetta “manovrina”: aumento fino al 12% della tassa sulla fortuna, ovvero il prelievo sulla parte della vincita eccedente i 500 euro (scatterà dal 1° ottobre 2017). Sale dal 6% all’8% il prelievo sulle vincite al Lotto mentre il Prelievo erariale unico (PREU) sulle slot passa al 19% e quello sulle videolotterie (VLT) al 6%.

Azioni che creeranno ripercussioni nell’industria del gioco, ormai vissuto come Bancomat dal Governo (quale che sia il colore e il nome). Parliamo, soprattutto, dei livelli occupazionali. Gli aumenti non sono stati, tra l’altro, concertati con gli operatori del settore e questo è ancora più grave degli interventi stessi.