Marasco (Logico) risponde alla Bindi (Comm.ne Anti-Mafia): Faccia i nomi degli operatori

marasco-logico-risponde-alla-bindi-comm-ne-anti-mafia-faccia-i-nomi-degli-operatori

Moreno Marasco (nella foto), presidente dell’associazione “Logico” che raggruppa i maggiori operatori di gioco online, ha dichiarato ad Agimeg: “Chiederei all’on. Rosy Bindi (presidente Commissione Anti-Mafia, nda) di chiarire quale sia il perimetro dell’affermazione, la cui gravità non può passare inosservata. Specifichi innanzitutto se si riferisce solo a società con sede a Malta prive di regolare Concessione ADM. Qualora così non fosse e tali gravi affermazioni coinvolgessero anche soggetti operanti sotto l’egida di ADM (“molte” non lo esclude affatto), è opportuno non solo che si agisca di conseguenza, ma che faccia i nomi”.

Su questo stesso tema eravamo già intervenuti nei giorni scorsi ed eravamo arrivati alle identiche posizioni di Marasco (di fatto anticipandole), che rientrano, chiaramente, in un ragionamento di “buon senso”. Per il ruolo istituzionale dell’on Bindi non si può, infatti, esprimere, secondo me, pensieri così gravi, senza fare i nomi degli operatori che pongono in essere attività fraudolente. Adesso il presidente della commissione Anti-Mafia è tenuto a rispondere per le vie ufficiali all’associazione di categoria degli operatori dell’on-line. Non rispondere significherebbe soltanto gettare discredito sull’intera categoria, che, al netto di alcune mele marce (che sicuramente ci saranno – non lo possiamo escludere a priori), opera seguendo le regole vigenti sia in ambito europeo, sia in ambito italiano. Non svelare i nomi è un danno d’immagine pesantissimo per l’intero comparto.