Match fixing: ratifica in GU della Convenzione del Consiglio d’Europa sulle frodi sportive

match-fixing-ratifica-in-gu-della-convenzione-del-consiglio-deuropa-sulle-frodi-sportive

E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la “Ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione di competizioni sportive, fatta a Magglingen il 18 settembre 2014“, che «identifica nell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli l’Autorità nazionale per la regolamentazione delle scommesse sportive» e introduce anche una specifica disposizione per «la confisca dei beni che costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo del reato, nonché dei beni e degli strumenti informatici o telematici che servirono o furono destinati a commettere il reato».

Una novità assoluta che potrebbe far riflettere i soggetti potenzialmente interessati a compiere frodi sportive. Certamente il tutto si inserisce in un sistema giudiziario troppo lento rispetto alla velocità di azione e di intervento della malavita organizzata (nazionale ed internazionale).