MEF: L’analisi del gettito erariale

mef-lanalisi-del-gettito-erariale

Nel periodo gennaio-settembre 2017 le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 316.349 milioni di euro, in aumento dell’0,9 % (+ 2.891 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2016. Lo comunica il MEF ricordando che nel mese di settembre il gettito delle entrate tributarie registra un calo di 1.077 milioni di euro. Esso è determinato dal minor gettito dell’Irpef versata in autoliquidazione (-551 milioni di euro) per lo slittamento del temine di pagamento al mese di ottobre e dal minor gettito dell’IVA sugli scambi interni (- 224 milioni di euro) dovuto all’ampliamento della platea dei soggetti interessati allo split payment. Il gettito delle imposte il cui andamento non è direttamente legato alla congiuntura economica registra le seguenti variazioni: le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 10.527 milioni di euro (–215 milioni di euro, pari a –2,0%); considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 10.229 milioni di euro (–215 milioni di euro, pari a –2,1%); il gettito dell’imposta sul consumo dei tabacchi ammonta a 7.986 milioni di euro (–224 milioni di euro, pari a –2,7%).