Nencini (PSI): Quella sul gioco è una battaglia storica dei socialisti. Sì, ma la deve fare al mondo illegale, non al gioco lecito

nencini-psi-quella-sul-gioco-e-una-battaglia-storica-dei-socialisti-si-ma-la-deve-fare-al-mondo-illegale-non-al-gioco-lecito

Il segretario del PSI, Riccardo Nencini ha commentato nelle ultime ore l’approvazione delle disposizioni sui giochi in seno alla cosiddetta Manovra bis.
“Quella della lotta a gioco d’azzardo è una battaglia storica dei socialisti. Felici di aver contribuito a restituire più serenità alle famiglie italiane. Le slot machine saranno ridotte già da quest’anno e sarà maggiore il prelievo sulle videolottery”. Così il segretario Nencini, ha commentato il via libera della Camera alla manovrina approvata con 218 sì e 127 no, dove sono contenute le misure che riguardano il settore dei giochi.

Premesso che questo tema della “battaglia storica” dei socialisti sul tema dei giochi non sembrerebbe così vera, da un check in Rete, ma al netto di questo, al segretario Nencini (senatore in questa legislatura e vice-ministro al MIT, sia nel governo Renzi, sia nell’ultimo “targato” Gentiloni) mi permetto di ricordare soltanto che se ha questo animus pugnandi è tempo di spostare il fronte della battaglia dal legale al mondo illegale. Perché così facendo contribuirà ad uccidere il gioco lecito, lasciando in piedi solo quello illecito. Complimenti Nencini: proprio una bella operazione politica.