Nencini (PSI) si felicita per l’aumento della tassazione dei giochi nella “manovrina”

nencini-psi-si-felicita-per-laumento-della-tassazione-dei-giochi-nella-manovrina

E’ raggiante il vice-ministro ai Trasporti (MIT), Riccardo Nencini (segretario nazionale del PSI), che, in una sua recente dichiarazione, esulta per aver visto attuare nell’ultimo Consiglio dei Ministri molte delle proposte firmate “garofano rosso”. Di cosa dovrebbe essere felice non è dato sapere, certamente è vero che Nencini, pur non avendo alcuna delega sui Giochi, si è battuto per far passare l’idea di una nuova tassazione sui giochi, in modo da recuperare il denaro che l’UE ci chiede (circa 3,4 miliardi di euro) a copertura della cosiddetta “manovrina”.

Perché Nencini sia così “attento” su questo tema, che rischia di impattare sull’industria italiana del gioco, rimarrà (forse) un mistero, ma tant’è: ancora una volta il senatore socialista toscano è tra i più grandi sponsor della tassazione su un comparto ancora “sano” come volumi di business. Ma questo continuo salasso rischia, prima o poi, di impattare a livello occupazionale, perché i margini di guadagno si stanno velocemente erodendo.