Nuovo caso di match fixing in Europa. Coinvolte le Polizie della Slovenia e della Croazia

nuovo-caso-di-match-fixing-in-europa-coinvolte-le-polizie-della-slovenia-e-della-croazia

Nelle ultime ore è stata lanciata un’operazione congiunta da parte della Polizia slovena insieme a quella croata, finalizzata a sgominare un “sindacato” criminale (sono stati effettuati in entrambi i Paesi ben 11 arresti) specializzato nell’organizzazione di frodi sportive (match fixing) in ambito calcistico. Secondo quanto riportato dal portale InsideWorldFootball, si tratta di gare disputate soprattutto in Serbia, Repubblica Ceca e Romania.

Questa organizzazione criminale aveva contatti e ramificazioni in Asia, dove operava attraverso piattaforme web di gioco illegali trasferendo il denaro (su conti offshore in paradisi fiscali) attraverso virtual currency exchanges, inclusi PaySafe e Skrill. Nel complesso le due polizie straniere hanno sequestrato 35, tra computer e IT Devices, 32 cellulari, 19.650 euro in denaro e altri 38 mila su conti correnti.