Parlamentari di Centrodestra e M5S uniti contro il gioco

parlamentari-di-centrodestra-e-m5s-uniti-contro-il-gioco

Con la partenza della nuova legislatura (la XVIII nella storia della Repubblica italiana( alla Camera dei deputati sono state depositate diverse le proposte di legge sul tema del gioco. La prima, di inziativa popolare, reca “Disposizioni per il divieto del gioco d’azzardo”. La seconda, sempre di iniziativa popolare, chiede “Tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi con vincite in denaro-giochi d’azzardo”. Giorgia Meloni (FdI) presenta una proposta di legge dal titolo “Norme per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico, nonché in materia di pubblicità del gioco d’azzardo, di tutela dei minori e di disciplina dell’apertura di sale da gioco”.
Silvana Comaroli (Lega) nella sua proposta chiede: “Modifica al testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici, di cui al decreto legislativo 31 luglio”.
E ce n’è anche per l’ippica, con Giuseppe L’Abbate (M5S) che presenta una proposta di legge dal titolo “Istituzione della Consulta tecnica per la promozione del settore ippico”.

Per il momento sono appena 5 le proposte di legge sul tema del gioco (due di iniziativa popolare), finalizzate tutte a favorire divieti di vario tipo (incluso il tema della pubblicità tv). Nello specifico tre parlamentari, uno a testa per Fratelli d’Italia (firmata tra l’altro dalla leader Giorgia Meloni), Lega e M5S. Certamente non un bell’inizio, perché è il sintomo di un vento “forte” nella direzione del proibizionismo più severo.