Politica italiana: tutti super esperti di gioco. La proposta senza senso di Fratelli d’Italia

politica-italiana-tutti-super-esperti-di-gioco-la-proposta-senza-senso-di-fratelli-ditalia

Per cinque anni divieto assoluto da parte delle aziende del settore del gioco di introdurre nuovi prodotti. Chi l’ha deciso, in netto contrasto con il concetto di libero mercato, è a sorpresa la politica italiana. Nello specifico Fratelli d’Italia. Adesso è la politica che decide le mosse sul mercato delle aziende del settore gioco. A me sembra pazzesco, oltre che senza senso, ma così appare. E’ sufficiente leggere il progetto di legge che vede Giorgia Meloni (segretario di Fratelli d’Italia) come prima firmataria per comprendere l’operazione senza senso di cui parliamo. 

Così come alla Camera, presentato al Senato da Fratelli d’Italia, prima firmataria Giorgia Meloni, il disegno di legge “Norme per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico, nonché in materia di pubblicità del gioco d’azzardo, di tutela dei minori e di disciplina dell’apertura di sale da gioco”. “La presente legge ha per oggetto interventi in materia di gioco d’azzardo e di gioco d’azzardo patologico (GAP)”, si legge all’articolo 1 del ddl. All’art. 2. (Divieto di introdurre nuovi giochi d’azzardo) che “a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge e per un periodo di cinque anni è vietata l’introduzione di nuove tipologie di giochi d’azzardo”. (fonte: Agimeg)