Primo semestre 2017: raccolti 2,2 miliardi con pay-out dell’86,4%

primo-semestre-2017-raccolti-22-miliardi-con-pay-out-dell864

Le scommesse sportive (in agenzia) continuano ad intercettare l’interesse degli italiani, con un raccolta di 2,21 miliardi di euro, e con un lay-out dell’86,4%, dato quest’ultimo che non viene mai sottolineato dai fautori del “proibizionismo”, perché sembra quasi che gli italiani giochino per perdere. Le scommesse sportive, peraltro, sono non solo un momento di entertainment come altre tipologie di gioco (legale), ma anche un momento di abilità per l’utente/cliente finale. Peccato che nessuno ancora lo dica o lo sottolinei. Ma “gutta cavat lapidem” amavano dire i latini. 

Nel primo semestre 2017 la raccolta delle scommesse sportive giocate in agenzia è stata di 2,21 miliardi di euro e di questi 1,91 miliardi sono tornati in vincita ai giocatori, con un payout dell’86,4%. La spesa effettiva degli italiani è stata quindi pari a 300 milioni di euro. Napoli si conferma la provincia con la raccolta più alta (359,2 milioni di euro, per una spesa effettiva di 41,4 milioni di euro, a fronte però di massiccia presenza di agenzie, 1.267). Nelle 811 sale attive sul Roma e provincia invece sono stati raccolti 201 milioni di euro (oltre 178 restituiti in vincita e una spesa effettiva di 22 milioni). Chiude il podio Milano con una raccolta di 112,5 milioni di euro e 15,3 milioni di spesa effettiva per i giocatori. (fonte: Agimeg)