Proibizionismo e gioco legale al centro di un dibattito promosso da Blitz Quotidiano

proibizionismo-e-gioco-legale-al-centro-di-un-dibattito-promosso-da-blitz-quotidiano

Il proibizionismo nei confronti del gioco legale è la soluzione per contrastare la ludopatia? E’ quello che si sono chiesti gli ospiti dell’incontro organizzato da BlitzQuotidiano, SocialCom Italia e “Panni Sporchi” mercoledì 12 giugno a Palazzo Mattei a Roma. Tra gli ospiti, Federico Conte, avvocato ed esponente di Liberi e Uguali, Salvatore Barbieri, Presidente Ascob, ed Alberto Baldazzi, di Eurispes. Incontro in cui è stata mostrata la video inchiesta realizzata dalla redazione di BlitzQuotidiano (il video si può scaricare a questo link).

Il settore gioco legale rappresenta oltre l’1% del Pil italiano e ogni anno porta oltre 10 miliardi di euro nelle casse erariali grazie alle tasse. Un gettito fiscale molto più che rilevante senza il quale il governo avrebbe difficoltà a finanziare Quota 100 e il Reddito di Cittadinanza, tanto per citare due esempi.

Eppure le manovre proibizionistiche di M5s e Lega, a seguito dell’approvazione del Decreto Legge n.87/2018 meglio conosciuto come “Decreto Dignità”,stanno costando all’erario più di 2 miliardi a cui si aggiungono gli oltre 150 mila posti a rischio. Non solo. “Sottrarre al campo della legalità dei settori, crea delle ulteriori possibilità per la criminalità organizzata che potrebbe incrementare il giro d’affari trovando spazi lasciati dal circuito legale di gioco”, ha sottolineato il magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia Vincenzo Ranieri ai microfoni di BlitzQuotidiano.