quel-torrente-in-piena-dei-fondi-per-la-ludopatia-gap

Leggiamo sul GiornalediLecco.it questa notizia di taglio socio-economico, che conferma i soldi a pioggia che stanno arrivando nel “torrente” della lotta al Gioco d’Azzardo Patologico (GAP). Sono tutte notizie con lo stesso imprinting: enunciazioni generiche di principi, taglio politico standard e assoluta non conoscenza né del numero dei soggetti afflitti da GAP, né tantomeno dell’elenco delle attività di contrasto. Ergo sono soldi senza una verifica (soprattutto in termini di risultati effettivi). Di queste notizie ne potremmo pubblicare una al minuto. Intanto come regione Lombardia escono circa 900 mila euro per la ludopatia per l’area geografica della Brianza, come se tutti i brianzoli fossero ludopatici incalliti. 

“E’stato approvato questa mattina un Piano importante per il contrasto al gioco d’azzardo patologico con un investimento di 866.000 euro destinati all’ATS Brianza”. Lo dichiara il Consigliere regionale Mauro Piazza. “Con queste risorse”– continua l’esponente forzista lecchese  “verranno realizzate attività che si inseriscono nel quadro della presa in carico delle dipendenze attraverso il coinvolgimento di enti territoriali, scuole e associazione di volontariato. Inoltre, verranno sperimentate nuove prestazioni ambulatoriali e attivata la formazione di operatori, non solo sanitari, affinché riconoscano precocemente la malattia” .