Riordino settore gioco: se ne riparla post 4 marzo. Salta riunione Baretta (MEF)-Enti locali

riordino-settore-gioco-se-ne-riparla-post-4-marzo-salta-riunione-baretta-mef-enti-locali

Sarà rinviato, quasi sicuramente a dopo le elezioni politiche nazionali, l’incontro tra il sottosegretario con delega ai Giochi Pier Paolo Baretta e gli Enti locali.
La Conferenza Unificata, che si sarebbe dovuta tenere domani 8 febbraio, non avrà luogo (fatti salvi contrordini dell’ultimo minuto). Slitta, quindi a dopo il 4 marzo, anche l’incontro che il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta avrebbe dovuto avere con i rappresentanti e gli Enti locali, già rinviato. Si sarebbe dovuto affrontare il tema dei termini dell’intesa raggiunta sul riordino dell’offerta del gioco, in vista dell’emanazione del decreto attuativo del MEF.

L’impressione, negli ambienti politici, è che “nessuno” voglia prendere in mano la questione spinosa del decreto attuativo del MEF, prima di capire cosa succederà concretamente nel Paese, post elezioni del 4 marzo prossimo venturo. E’ chiaro che la costituzione, per esempio, di un governo pentastellato (M5S) potrebbe portare a determinate decisioni diverse da quelle che potrebbero essere prese sia dal Centro-Destra (dove vi sono per esempio diversi esponenti del mondo “liberale”), sia dal Centro-Sinistra. Quindi tutti incollati ad analizzare i sondaggi che porteranno gli italiani al voto delle politiche 2018.