Rosato (Vice-Pres. Camera/ItaliaViva): La deriva “proibizionistica” è sbagliata…

rosato-vice-pres-camera-italiaviva-la-deriva-proibizionistica-e-sbagliata

A sorpresa Ettore Rosato (vice-presidente della Camera) apre all’industria del gioco e lo fa in uno degli eventi di settore più importanti su scala nazionale: l’Enada in corso questi giorni a Roma. Queste le sue parole, che “aprono” al settore del gioco, riconoscendo l’inutilità di certe norme proibizionistiche.

“La deriva proibizionistica è sbagliata, bisogna contrastare il gioco illegale – e per questo serve un sistema legale efficiente e controllato – e le patologie legate al gioco – per le quali serve un lavoro serio di prevenzione e di tutela dei minori e delle persone più vulnerabili” lo ha dichiarato ad Agimeg, Ettore Rosato, vice presidente della Camera (in quota ad “ItaliaViva” la nuova formazione parlamentare ideata da Matteo Renzi), alla fiera Enada in corso a Roma. “Ma le due cose si conciliano perfettamente. Lo Stato non deve incentivare il gioco, ma deve  regolamentarlo e consentire al settore privato di lavorare nella trasparenza  e nella serietà, comunque si tratta di un segmento importante sotto il profilo economico”. E ancora, sulle misure varate di recente per contrastare le dipendenze: “Quando eravamo al Governo abbiamo fatto misure importanti per contrastare il gioco illegale, non tutte le misure sono sempre gradite al settore, e non tutte le misure sono perfette, ma occorre trovare un punto di equilibrio. Non è detto che vietare il gioco risolva il problema della ludopatia, anzi il gioco illegale è sempre esistito e continua a esistere, e spesso è legato alla criminalità organizzata”.