sentenza-choc-in-brasile-per-un-tribunale-il-gioco-illegale-non-sarebbe-punibile

Una sentenza molto “borderline” farà discutere per i rischi insiti nella filosofia che la sottende. In Brasile il Tribunale di Giustizia del Río Grande Do Sul ha stabilito che non è punibile secondo il codice penale vigente, chi esercita attività legata a giochi e scommesse, anche se illegale. Si verrebbe a creare così una “zona grigia” che consentirebbe anche a chi non è in regola di poter operare per fare raccolta di gioco.

Per il Tribunale di giustizia lo svolgimento, seppur illegale, di gioco d’azzardo non può essere omologato come “condotta criminale”. E’ chiaro che questa sentenza non solo apre ad una profonda riflessione tra giuristi del settore, ma fa capire in modo concreto come lo scontro tra gioco “legale” rispetto a quello “illegale” sia ancora aperto. Una partita assolutamente aperta, dove chi non segue le regole talvolta in alcuni Paesi come il Brasile trova nelle pieghe della legge o delle sentenze un insperato sostegno.