Tempi bui nella Capitale per il gioco. In arrivo l’ordinanza di stop di sei ore

tempi-bui-nella-capitale-per-il-gioco-in-arrivo-lordinanza-di-stop-di-sei-ore

Inizia il “proibizionismo” e porta la “firma” del Movimento 5 Stelle. Fanno riflettere le dichiarazioni di Seccia (cons. comunale a Roma per i 5S), che è al lavoro sul testo di un’ordinanza, che imporrà sei ore di interruzione quotidiana del gioco. Una cosa mai vista e sentita prima, ma che fa capire come il fronte dei proibizionisti, dopo la riforma del settore del Gioco portata avanti in Conferenza Unica Stato Regioni, si stia preparando per un autunno molto rovente.  

“Come previsto dalla Conferenza Unificata sarà possibile per i comuni imporre sei ore di interruzione quotidiana del gioco. L’intenzione della giunta è di sfruttare questa possibilità”.  Sara Seccia (consigliere comunale del Movimento 5 Stelle) in merito all’ordinanza della sindaca di Roma, Virginia Raggi, sui limiti orari che saranno introdotti alle sale da gioco della Capitale. L’ordinanza potrebbe arrivare entro fine settembre. L’ordinanza segue l’approvazione arrivata questa estate del regolamento sulle sale, che prevede un distanziometro di 350 metri dai luoghi sensibili all’interno dell’anello ferroviario e di 500 metri al di fuori. (fonte: Agimeg.it)