Toti (regione Liguria): Pronto ad un atteggiamento equilibrato nei confronti del gioco

toti-regione-liguria-pronto-ad-un-atteggiamento-equilibrato-nei-confronti-del-gioco
Ancora una volta il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, si conferma un politico di tutto rispetto, con un approccio assolutamente equilibrato rispetto alle diverse tematiche (come nel caso del gioco pubblico), che possono toccare una regione importante come quella ligure. 
In Liguria, entro il prossimo mese di maggio sarà varata una nuova legge regionale sul gioco d’azzardo. Lo ha annunciato Giovanni Toti, governatore della Liguria: “entro maggio il Consiglio regionale della Liguria omogeneizzerà la legge che disciplina il gioco d’azzardo al disegno di legge nazionale a cui il Governo ha lavorato a lungo con la collaborazione delle Regioni, che oggi finalmente è legge”.
“Abbiamo sospeso l’entrata in vigore della legge regionale in attesa che venisse approvato il disegno di legge nazionale, – spiega Toti – al di là che è stato approvato da un Governo che non ha la mia benevolenza e la mia approvazione, è equilibrato, prevede una riduzione di circa il 50% dell’offerta di gioco in tutte le Regioni in base alle modalità che andremo a dipanare sul territorio attraverso una legge regionale”.
Senza avere la vocazione dei talebani, senza falsi moralismi e senza sottovalutare il problema, in Italia il gioco d’azzardo è stato legalizzato anni fa perché era il principale business delle organizzazioni criminali, se oggi con un oscurantismo e un proibizionismo insensati, ottuso e ciechi, si vuole riportare il gioco nelle mani delle mafie, allora i grillini vadano pura avanti così, – commenta Toti – se invece vogliamo ragionare seriamente di limitare l’offerta, concentrarci sulle ludopatie e avere un atteggiamento equilibrato, io sono disponibile a discutere con le opposizioni nelle prossime settimane”.