Ucraina, lotta senza quartiere al match fixing. Cooperazione FFU e Polizia per stroncare il fenomeno

ucraina-lotta-senza-quartiere-al-match-fixing-cooperazione-ffu-e-polizia-per-stroncare-il-fenomeno

Mentre Kiev, capitale dell’Ucraina, si apprestava ad ospitare (sabato sera allo stadio Olimpico) la finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool, è scoppiato un maxi scandalo calcio scommesse nel campionato di calcio locale.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters (prima agenzia di stampa al mondo), 35 club sarebbero coinvolti, cinque dei quali si sfidano nel massimo campionato ucraino (FC Zorya, Vorskla, Zirka, Olimpik e Olexandriya) aggiungendo anche che l’indagine condotta da Francesco Baranca (capo della commissione per l’etica e il fair play della Federcalcio Ucraina) ha portato alla luce cinque gruppi criminali (secondo il capo dei ministri degli esteri ucraino Arsen Avakov, questi gruppi comprendono proprietari dei club, giocatori, arbitri, strutture commerciali e civili) e 57 partite truccate, con la partecipazione di 328 persone e l’arresto di un arbitro da parte della polizia locale.

Questo è solo l’inizio. Siamo grati del lavoro svolto da Baranca e spero che stavolta, non finisca tutto con la classica multa amministrativa, ma con delle pene più severe, in modo tale che sia di buon esempio per il calcio ucraino e mondiale”. Ha dichiarato il presidente della FFU Andriy Pavelko

Attraverso un comunicato, il capo della polizia nazionale Serhiy Knyazev, ha aggiunto “abbiamo dimostrato solo alcuni fatti, grazie alle prove raccolte da oltre un anno di indagini. Questo per mandare un segnale che ci libereremo di questo sistema”.