Vertice centrodestra per chiudere la partita della presidenza del Senato. Camera al M5S.

vertice-centrodestra-per-chiudere-la-partita-della-presidenza-del-senato-camera-al-m5s

La Camera ai 5stelle e il Senato al centrodestra: si avvia a logica conclusione la “querelle” per le presidenze delle Camere che con tutta probabilità finiranno ai vincitori delle elezioni, M5S e Lega (anche se quest’ultima potrebbe decidere di cedere questa “poltrona” a FI per tenere la leadership condivisa nel centro-destra). Decisivo sarà il vertice a tre (Salvini, Meloni, Berlusconi) previsto per oggi. Ma si tratta, appunto, di una battaglia che non significa molto per le sorti della “guerra” che si aprirà subito dopo per la formazione del prossimo Governo. In attesa delle consultazioni che con tutta probabilità Sergio Mattarella aprirà il prossimo 3 aprile. Ieri Luigi Di Maio ha ringraziato pubblicamente il presidente della Repubblica per la sua disponibilità a concedere tempo affinché la situazione possa arrivare a maturazione. Molti traducono questo posizionamento come la possibilità data dal Colle di esplorare anche strade diverse da quella che si sta costruendo per le Camere, cioè un accordo M5S-Lega. Certamente non si potrà andare oltre giugno nella composizione dell’eventuale Esecutivo.