Watson (Labour) il “fustigatore” degli sponsor di maglia provenienti dal settore del gioco

watson-labour-il-fustigatore-degli-sponsor-di-maglia-provenienti-dal-settore-del-gioco

C’è un nuovo “proibizionista” che gira per l’Europa, anzi per l’Inghilterra. Si chiama Tom Watson ed uno dei deputati più popolari del partito Labour nel Regno Unito. Da alcune settimane, non si capisce perché (o forse si capisce), è partito con un tormentone sulle sponsorizzazioni delle maglie da calcio in Premier league. Non è un esperto di marketing e di pubblicità e infatti porta avanti solo tesi di approccio ideologico/politico, senza alcun profilo tecnico. Sempre peggio…anche in Inghilterra. 

Il Partito Laburista ha dichiarato nelle ultime ore di voler introdurre un divieto alle compagnie di gioco d’azzardo che sponsorizzano le maglie di calcio britanniche, se governerà nel Regno Unito.

Tom Watson, deputato del partito Laburista: “il calcio deve svolgere la propria parte nell’affrontare l’epidemia nascosta in Gran Bretagna di dipendenza da gioco”.

Nove squadre di Premier League attualmente portano sulle maglie il brand di compagnie di scommesse, così come tre club della Premiership scozzese. Watson ha affermato che le sponsorizzazioni delle maglie garantiscono alle aziende di gioco una “massiccia esposizione” al pubblico di tutte le età. “La sponsorizzazione della maglia di calcio invia il messaggio che i club non prendono seriamente in considerazione la questione del gioco d’azzardo”.

La English Football Association vieta tutte le forme di sponsorizzazione del gioco sulle maglie delle squadre sotto i 18 anni, ma il Partito Laburista ha fatto sapere che, se eletto, estenderà il divieto a tutte le maglie. (fonte: Agimeg.it)