Il monito del Servizio Bilancio della Camera sul Decreto Fiscale

il-monito-del-servizio-bilancio-della-camera-sul-decreto-fiscale

Si torna a parlare di concessioni scommesse e soprattutto Bingo. Sul tema c’è un dossier del Servizio Bilancio della Camera (relativamente al Decreto Fiscale) che porta ad una serie di riflessioni future. La Camera “avverte” che proprio sulla gara del Bingo ci potrebbe essere una eventuale procedura di infrazione a livello europeo.

Per quanto riguarda il differimento della gara per il Bingo, i “tecnici” della Camera sottolineano che «tale gara doveva assicurare un introito di almeno 73 milioni di euro nell’anno di svolgimento (originariamente, appunto, il 2018): tale effetto era registrato per intero nell’esercizio interessato, in termini di cassa, e pro quota negli esercizi di durata novennale della concessione, in termini di indebitamento netto. Per effetto del differimento della gara, l’introito in questione dovrebbe essere ora versato dagli aggiudicatari nell’esercizio 2020: in merito, dunque, agli effetti finanziari rilevabili in termini di saldo netto da finanziare, fabbisogno e indebitamento netto, andrebbero acquisiti elementi conoscitivi».

Pertanto si legge ancora nel dossier a marchio “Camera dei Deputati” «appare utile acquisire conferma della compatibilità con la normativa europea, al fine di evitare eventuali procedure di infrazione». E’ quanto si legge nel